Nel tuo cuore, Gesù

croceparticolareNel tuo Cuore, Gesù,
dammi dimora, divenga anche il mio paradiso.
Nel tuo Cuore rimanga sempre il mio,
in esso possa vivere senza fine.
Dolce è l’amarti in esso ed in eterno.

Montfort

Papa Francesco: Maria ci trasmette il segreto della fede genuina

papa«La Vergine Maria è sempre accanto a noi, come madre premurosa. Lei è la prima discepola del Signore ed esempio di vita dedicata a Lui e ai fratelli. Quando ci troviamo in una difficoltà, o incontriamo una situazione di fronte alla quale sentiamo tutta la nostra impotenza, ci rivolgiamo a lei con fiducia di figli. E lei sempre ci dice – come alle nozze di Cana –: «Qualsiasi cosa vi dica, fatela» (Gv 2,5). Ci insegna ad ascoltare Gesù e seguire la sua Parola, ma con fede! Questo è il suo segreto, che come madre ci vuole trasmettere: la fede, quella fede genuina, tanto che ne basta una briciola per spostare le montagne! Con questo fiducioso abbandono, possiamo servire il Signore con gioia ed essere dovunque seminatori di speranza» (Sarajevo, 6 giugno 20125).

Papa Francesco … con Maria, davanti alla sofferenza dei bambini

pieta«C’è anche una domanda la cui spiegazione non si impara nelle catechesi. E’ la domanda che tante volte io mi faccio, e tanti di voi, tanta gente si fa: “Perché soffrono i bambini?”. E non ci sono spiegazioni. Anche questo è un mistero. Soltanto guardo Dio e domando: “Ma perché?”. E guardando la Croce: “Perché Tuo figlio è lì? Perché?”. E’ il mistero della Croce.

Tante volte io penso alla Madonna, quando le hanno dato il corpo morto di suo Figlio, tutto ferito, sputato, insanguinato, sporco. E cosa ha fatto la Madonna? “Portatelo via?”. No, lo ha abbracciato, lo ha accarezzato. Anche la Madonna non capiva. Perché lei, in quel momento, ha ricordato quello che l’Angelo le aveva detto: “Egli sarà Re, sarà grande, sarà profeta…”; e dentro di sé, sicuramente, con quel corpo così ferito tra le braccia, con tanta sofferenza prima di morire, dentro di sé sicuramente avrebbe avuto voglia di dire all’Angelo: “Bugiardo! Io sono stata ingannata”. Anche lei non aveva risposte» (Ai familiari di alcuni bambini malati, 29 maggio 2015).

«Che cosa ti chiedo? … sacerdoti liberi della tua libertà» (Montfort)

4gruppo

da sx a dx: Nikola, Antonino, Zrinko, Kristijan, Miro

L’infuocata preghiera di Montfort, che da secoli sale incessante alla Trinità, ha trovato ancora risposta! Nel mese di giugno, infatti, saranno ordinati sacerdoti cinque diaconi monfortani della Provincia d’Italia: Kristijan Zlender, sabato 6 giugno, alle ore 15 nella chiesa parrocchiale di Gorle (Bg), per le mani del vescovo di Bergamo Francesco Beschi; il 27 giugno: Miro Ravlic, Nikola Tandara e Zrinko Petar Nikolic, a Spalato in Croazia, e, ancora, Antonino Pensabene a Reggio Calabria.

kristijan

Kristijan

Auguri, quindi, da subito a Kristijan. Ecco le tappe più significative del suo cammino verso il sacerdozio! Kristijan nasce il 24 marzo 1980 a Zagabria (Croazia). Terminato il servizio militare a 19 anni, lavora poi per cinque anni nei magazzini di una grande panetteria. Sostenuto nel suo cammino di fede da preziosi compagni di viaggio, sente risvegliarsi il desiderio e la nostalgia di Dio. L’incontro personale con il Signore lo porta a percepire la chiamata a seguirlo più da vicino. Tramite i monfortani di Zagabria conosce il Santo di Montfort e si accende in lui il desiderio di seguirne l’esempio. Nel settembre del 2006 Kristijan condivide stabilmente la vita con la comunità monfortana di Zagabria. Nel giugno del 2007 giunge al postulandato di Arbizzano di Negrar (Vr). Segue l’anno di noviziato a Santeramo in Colle (Ba), al termine del quale il 20 settembre del 2009 emette i primi voti. A Roma, nella comunità dello scolasticato internazionale, attende agli studi di filosofia e teologia, frequentando l’Urbaniana. Il 28 settembre 2014 emette i voti perpetui a Zagabria e il 15 novembre nella chiesa Maria Regina dei Cuori di Redona di Bergamo, Kristijan diventa diacono. Presta il suo servizio nella comunità di “Villa Montfort” che accoglie i confratelli anziani e ammalati e nella parrocchia di Gorle (Bg). Collabora inoltre in iniziative di pastorale giovanile e nelle missioni al popolo animate dai confratelli.

Attorno a Maria…

gemini1 LESi è concluso domenica 31 maggio 2015 anche per la Parrocchia San Francesco di Gemini (Le) il cammino di preparazione alla consacrazione. La celebrazione eucaristica è stata presieduta da p. Giovanni Personeni, missionario monfortano, sulla piazza antistante la chiesa parrocchiale. I presenti hanno pronunciato il loro Atto di consacrazione facendo corona alla Vergine Maria!

gemini LE