“Il Padre di Montfort: follia e sapienza”- Angers, 2-3 giugno 2016

2viewLa Famiglia Monfortana (Compagnia di Maria, Figlie della Sapienza e Fratelli di San Gabriele) desidera solennizzare il 300° della morte di san Luigi Maria de Montfort con un Colloquio sulla figura del Fondatore l’attualità del suo messaggio e del suo carisma missionario. L’organizzazione è stata affidata all’Université Catholique de l’Ouest di Angers, in Francia. È un colloquio di studio, ma anche di testimonianze e di confronto per riscoprire la ragione della fecondità di questa figura eccezionale che è stato uno degli autori spirituali prediletti di san Giovanni Paolo II e uno dei principali ispiratori della sua vita spirituale e apostolica.

L’OCCASIONE DEL COLLOQUIO: IL TRECENTENARIO

Il 28 aprile 1716 all’età di 43 anni si spegneva a Saint-Laurent-sur-Sèvre una delle più grandi figure missionarie di Francia, San Luigi Maria Grignion de Montfort. Egli sarà conosciuto per la sua azione missionaria nell’Ovest della Francia e per i suoi scritti spirituali, in particolare per il Trattato della Vera devozione a Maria. La celebrazione del 300° della morte è l’occasione per interrogarci sull’attualità dell’eredità monfortana in favore dell’annuncio del Vangelo oggi. Montfort si è sempre presentato come missionario. Quando voleva partire per le missioni all’estero, il papa gli ha ingiunto di fare del suo Paese la sua terra di missione. Per questo l’ha nominato missionario apostolico, raccomandandogli di stare sempre sottomesso ai vescovi locali. Montfort fu particolarmente attento a svolgere la sua azione missionaria nelle campagne, dove, ricordiamolo, non si esitava a “battezzare” le bestie malate, riducendo la fede a una superstizione e a una pratica magica in un’epoca in cui il clero, principale attore della missione, limitava la sua azione apostolica ai centri urbani. Ha desiderato quindi utilizzare un linguaggio missionario capace di raggiungere le popolazione illetterate, atrraverso una pedagogia delle ‘immagini’. Montfort ha saputo raggiungere le periferie del suo tempo e per questo è opportuno approfondire la sua esperienza e il suo metodo missionario. Riscoprire il contesto storico ed ecclesiale di Montfort e il suo stile missionario può aiutare a cogliere la sua attualità e enucleare alcuni tratti che potrebbero nutrire e ispirare i missionari di oggi Inoltre, si costata dopo il Concilio Vaticano II che numerosi nuovi movimenti ecclesiali hanno fatto loro, almeno parzialmente, l’eredità spirituale di Montfort. Non è raro trovare espliciti riferimenti a lui, in particolare attraverso la ripresa della preghiera chiamata “consacrazione a Gesù per Maria” che si trova nel suo Trattato della Vera devozione. Perché tanta entusiasmo per questa spiritualità? Che cosa rende attuale la visione monfortana del mistero della fede per l’oggi e ne giustifica l’appropriazione? La particolare rilevanza di Montfort e del suo insegnamento non può contribuire alla nuova evangelizzazione? Per rispondere a queste questioni il Colloquio svilupperà i seguenti assi tematici:

  • 1° asse: il suo radicamento teologico. Montfort ‘racconta’ la sua esperienza spirituale in termini di ricerca della sapienza «eterna ed incarnata». Quali sono le sorgenti bibliche e dogmatiche della sua spiritualità?
  • 2° asse: attualità e rinascita della sua visione teologica. Qual è la sua attualità dopo il Concilio Vaticano II? Perché raggiunge ancora oggi tante persone, in particolare con il Trattato della Vera devozione?
  • 3° asse: la missione monfortana. Qual è l’azione missionaria di Montfort? Perché ha fatto problema in alcuni ambienti? Come è stato un innovatore nel campo della collaborazione dei laici alla missione?
  • 4° asse: il linguaggio missionario. Montfort è conosciuto per la sua originalità nell’azione missionaria e per la sua preoccupazione per elaborare un linguaggio missionario accessibile al maggior numero di persone. Come l’ha incarnato nell’espressione liturgica o devozionale? Quale equilibrio manteneva tra il contenuto teologico e la dimensione affettiva? Quale dinamismo spirituale animava la sua predicazione, lui che aveva chiesto la grazia di «toccare i cuori»? Quali lezioni possiamo trarre mentre papa Francesco invita a rinnovare la predicazione popolare?

PROGRAMMA

Giovedì, 2 giugno 2016: La spiritualità monfortana e la sua attualità

Mattino: radicamento teologico dell’opera di Montfort

  • «Il Trattato della Vera Devozione, sintesi teologica», p. François-Marie Léthel ocd, professore di Teologia al Teresianum (Roma), membro dell’Accademia Pontificia di Teologia.
  • «La Sapienza e Montfort», p. Maurice Gilbert sj, professore emerito del Pontificio Istituto Biblico, Roma.
  • «Saggio di sintesi della spiritualità monfortana», p. Olivier Maire smm, Provinciale di Francia della Compagnia di Maria.

Pomeriggio: attualità dell’opera monfortana

  • «Le radici teologiche dell’opera di Montfort», p. Étienne Richer, professore associato, Facoltà di Teologia di Toulouse.
  • «Attualità teologica dell’opera di Montfort in prospettiva trinitaria ed ecclesiologica», mons. Piero Coda, professore di Teologia, Istituto Universitario Sophia, Loppiano, Firenze.
  • «L’attualità della spiritualità di Montfort nelle nuove comunità», p. Bernard Peyrous, Dottore in Lettere.
  • Testimonianze: Le Figlie della Sapienza (Monique Rohan); L’Œuvre de Marie (Florence Gilet).

Venerdì 3 giugno 2016: La missione monfortana e la sua attualità

Mattino: La missione monfortana, un modello?

  • «Luigi Maria de Montfort: il contesto ecclesiale della spiritualità apostolica», p. Battista Cortinovis, smm.
  • «Montfort missionario apostolico», p. Pier Nava, smm, professore, Facoltà pontificia di Scienze dell’Educazione «Auxilium», Roma.
  • «Il posto dei laici nella missione monfortana», Jean Baptiste Edart, professore associato, Facoltà di Teologia e Scienze Religiose, Université catholique de l’Ouest, Angers.

Pomeriggio: La pedagogia missionaria di Montfort

  • «I Cantici», Olivier Landron, Facoltà di Teologia e di Scienze Religiose, Université Catholique de l’Ouest, Angers.
  • «Processioni, liturgie mariane e devozione popolare», Frédérique Poulet, Facoltà di Teologia e Scienze Religiose, Université catholique de l’Ouest, Angers.
  • «Il rosario», p. Georges Madore, smm, Ph D. Montréal, Canada.
  • «Montfort e la nuova evangelizzazione», Paul Texier, Fratello di San Gabriele.