Trasformati dalla Bellezza … in bellezza

farfalla-bluHa detto papa Francesco: «Il mistero di questa ragazza di Nazareth, che è nel cuore di Dio, non ci è estraneo. Non è lei là e noi qui. No, siamo collegati. Infatti Dio posa il suo sguardo d’amore su ogni uomo e ogni donna! Con nome e cognome. Il suo sguardo di amore è su ognuno di noi» (Angelus, 8 dicembre 2013).

E lo sguardo di Dio che si posa, è uno sguardo che sceglie prima della creazione del mondo per essere santi e immacolati (cf Ef 1,4).

Anche Montfort con stupore ci annuncia  che in noi abita il desiderio di Dio che siamo santi come Lui, per vivere una vita santa, libera dal peccato: «Anima, immagine vivente di Dio, riscattata dal sangue prezioso di Gesù Cristo, la volontà di Dio su di te è che tu diventi santa come lui in questa vita e come lui gloriosa nell’altra. Diventare santo come Dio è tua sicura vocazione; a questo devono tendere tutti i tuoi pensieri, le parole e le azioni, le sofferenze, le aspirazioni della tua vita; altrimenti tu resisti a Dio, non compiendo ciò per cui egli ti ha creata e ti mantiene in vita» (Il Segreto di Maria 3).

Divenire santi è cambiamento radicale che ri­guarda e tocca la totalità del no­stro essere, continua Montfort: «La polvere viene trasformata in luce, il fango in purezza, il peccato in santità, la creatura nel Creatore e l’uomo in Dio! Opera meravigliosa!» (Il Segreto di Maria 3).

L’Immacolata, nella quale riconosciamo il nostro destino più vero,  e Montfort con il suo stupore, ci dicono che Bellezza è l’altro nome della Santità, che divenire santi è lasciarsi trasformare dall’amore e dalla bellezza di Dio … in bellezza!