La vera devozione: è una via breve

strada1La vera devozione a Maria è una via facile per trovare Gesù. È anche una via breve, dice  san Luigi da Montfort. E spiega la sua affermazione, dando due motivazioni: «sia perché non ci si smarrisce, sia perché vi si cammina con più gioia e facilità e, quindi, con maggiore speditezza» (cf VD 155).

La via mariana a Gesù è una via “breve” perché «non ci si smarrisce»: il suo tracciato è lineare, chiaro, ben indicato e per questo non fa perdere tempo in continue soste per scegliere la direzione. Dice, infatti, il Padre di Montfort: «È una via breve, che in poco tempo ci conduce a Gesù Cristo» (VD 168).

È, soprattutto, una via affidabile perché non si procede da soli! Pensiamo alla nostra esperienza: durante una escursione, quando ci succede di perderci? Quando pretendiamo di camminare da soli e non ci lasciamo guidare. Non è facile riconoscere che nella vita abbiamo bisogno dell’altro per crescere, perché oggi il modello dominante di umanità punta a ben altre prerogative: libertà, autosufficienza, indipendenza.

Lo stesso vale per la vita spirituale: possiamo decidere di contare solo su noi stessi, sulle nostre iniziative, sulla nostra volontà e la nostra bravura e finiamo per smarrirci; oppure accettiamo con gioia di dipendere, lasciandoci condurre dalla grazia di Dio, dal suo Spirito, dalla sua Parola e dai “segnali” che ci mette accanto. La sapienza del vangelo propone questa seconda prospettiva.

La via della dipendenza l’ha scelta e percorsa Gesù per primo; sottomesso in tutto alla volontà del Padre, ha accettato la dipendenza da Maria, sua Madre, crescendo dentro questa relazione «in età, sapienza e grazia» (cf Lc 2,51-52). L’ha abbracciata anche Maria, dall’Annunciazione fino al Calvario. Non si è smarrita nel suo pellegrinaggio nella fede perché si è sottomessa ed è dipesa in tutto dal suo Signore. Il suo “navigatore”, possiamo dire, è stato il volere di Dio.

San Luigi di Montfort, perchè  non ci “smarriamo” nel cammino di unione con Gesù, sollecita la medesima scelta della sottomissione e della dipendenza amante dalla Vergine Maria. Scegliendo la via che è Maria facciamo ciò che ha fatto Gesù e per questa strada giungiamo presto alla piena trasformazione in Lui, come testimonia Montfort: «Si progredisce di più in poco tempo di sottomissione e di dipendenza da Maria, che in anni interi di volontà propria e contando su sé stessi» (VD 155).

«Vi si cammina con più gioia e facilità»: è il secondo motivo per cui la via mariana è una via breve! Questa nota rimanda allo stato d’animo del viandante. Al devoto della Vergine la strada sembra breve perché la sua interiorità è inondata della gioia procurata dall’esperienza di avere Maria con sé e di essere intimo a lei. La gioia rende saldo il cuore e ha come effetto la determinazione; da qui deriva la speditezza nel cammino.

L’esperienza ce lo dice. Se fai un viaggio controvoglia, non sei contento e ti sembra di non arrivare mai alla mèta! Se invece lo intraprendi animato dal desiderio e da una passione, allora vai in fretta e il tragitto sembra più breve! Se accogliamo Maria nella nostra vita di fede, lei ci rende partecipi della sua gioia, accende in noi il desiderio ardente della Sapienza, e con lei procediamo più spediti verso l’unione con Gesù!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...