Preghiera a san Luigi Maria da Montfort

montfort4Immerso nella tenerezza di un Padre «che non manca mai”, hai vissuto la gioia che la prova non spegne. Mantieni viva in noi, o Montfort, la limpida gioia del nostro battesimo.

Ardente di Vangelo, luminoso come il sole, tu vedevi la notte fuggire davanti all’aurora del Grande Amore. Spingi noi, o Montfort, verso quelle periferie che attendono la calda luce del Vangelo.

Come pane che nutre, come mantello che protegge, ti sei dato ai poveri, o Montfort, poiché tu li amavi.  Fa’ di noi, nelle mani del Signore, dei pani spezzati e condivisi.

Portavi nella tua anima una sorgente segreta dove si abbeverava la tua fede. Si chiama Maria, la donna benedetta tra tutte. Conduci noi a questa sorgente: fa’ che la prendiamo con noi come madre e compagna.

Al ritmo dei tuoi passi sulle vie della missione, al ritmo dello Spirito in qualche luogo deserto, tu sapevi, o Montfort, nutrirti di silenzio dove l’Infinito si rivela e il cuore si trasforma. Conduci noi ogni giorno al pozzo della Presenza dove in noi la vera sete trova l’acqua che zampilla in vita eterna.

Amen.

Giornate di Loreto: un’esperienza di ricarica spirituale

30consacrazione

In basilica

Quest’anno al convegno di Loreto eravamo 450 partecipanti. Ci stupisce vedere come san Luigi M. Grignion da Montfort sia stato lasciato nell’oscurità per tanto tempo ed è invece attualissimo, anzi la sua spiritualità si proietta nel futuro della Chiesa.

Le Giornate hanno avuto un sapore particolare per la coincidenza provvidenziale dell’Anno della Misericordia con i 300 anni della morte del Montfort. Quindi il convegno ha tenuto fisso lo sguardo, come invita papa Francesco, sulla misericordia, contemplandola dalla prospettiva monfortana.

Questi giorni di spiritualità sono stati per me un’esperienza di ricarica spirituale. Ero veramente in uno stato di aridità e di poco zelo; ci volevano proprio questi tre giorni per uscirne! Ho sentito tanto, tanti fatti e gesti di misericordia della vita del Montfort che mi erano sconosciuti.Si sono succeduti vari relatorie ognuno mi ha dato qualcosa, spunti di riflessione, chiarimenti.

Il rinnovo della consacrazione è avvenuto il sabato sera in Basilica. È stato molto toccante entrare nella Santa Casa con il flambeau acceso, pregando, cantando, e baciare il libro dei Vangeli, pronunciando il “Fiat” con Maria…

Altro momento importante è stato il passaggio della Porta Santa del Giubileo della Misericordia. Non era in programma, allora lo abbiamo fatto Lorena ed io ed è stato commovente. Poi Annalisa lo ha proposto a tutto il gruppo e così abbiamo percorso ancora tutto l’itinerario, vivendo un momento di vera comunione.

Verità e Carità sono le due parole che hanno condotto alla conversione Claudia Koll. È lei che l’ultimo giorno ha fatto la sua testimonianza con molta semplicità e dolcezza. È stato interessante vedere come la sua conversione, dono della Misericordia di Dio, l’abbia poi aperta alla carità e all’impegno nella onlus che si occupa dei più poveri, soprattutto in Africa. Diceva che la Vergine Maria l’ha aiutata a capire cosa doveva cambiare nella sua vita, gli aspetti che doveva modificare per fare un passo in avanti. Non è stato facile – diceva -, le tentazioni erano forti, ma non temeva perchè si sentiva tra Gesù e Maria.

Le celebrazioni eucaristiche quotidiane, l’adorazione hanno dato il senso primo alle nostre giornate di spiritualità che si sono concluse con l’Eucaristia presieduta dal Superiore Generale dei Missionari monfortani, attorniato da numerosi confratelli.

Abbiamo mantenuto anche nel viaggio di ritorno un clima di preghiera e ioia, con momenti di condivisione.

Maria Teresa Soccol – Gruppo Monfortano Duocesano Belluno

Chiusura del 3° centenario della morte di san Luigi Maria di Montfort

chiusura-franciaAperto la domenica di Pentecoste 2015, il Trecentenario della morte di San Luigi Maria Grignion de Montfort, per l’intera Famiglia Monfortana si chiude l’11 settembre 2016 a Pontchâteau, in Francia, nel monumentale scenario del Calvario.

Il programma della Giornata prevede:
– ore 10,30: messa solenne presieduta da Mons. Jean-Paul JAMES, vescovo della diocesi di Nantes;
– ore 15,00: solenne celebrazione: “Rinnovare la gioia del battesimo”; presieduta dal Superiore Generale, P. Santino Brembilla, si ispira direttamente a quanto Montfort faceva al termine delle sue missioni parrocchiali. Si articola attorno ai tre grandi segni: la Bibbia, l’acqua battesimale e la Vergine Maria.
– ore 16.30: ‘mandato’ dei tre superiori generali della Famiglia Monfortana.

Le celebrazioni si terranno all’esterno, davanti alla Scala Santa. Si attendono circa 5.000 persone. È possibile seguire le celebrazioni al link:

http://vendee.catholique.fr/actualites/actualites-en-cours/844-direct-dimanche-11-septembre-cloture-du-tricentenaire-montfortain.html

Celebriamo insieme Montfort, come una grande famiglia che desidera camminare sui suoi passi!

Montfort, testimone “mariano” di misericordia – XIII Giornate di spiritualità. Loreto, 16-18 settembre 2016

MANIFESTO LORETO

I Missionari Monfortani della Provincia d’Italia propongono un weekend di spiritualità mariana, a Loreto, nei giorni 16-18 settembre 2016.

L’appuntamento, che giunge alla XIII edizione, cade nell’Anno della Misericordia e a conclusione del terzo centenario della morte del Fondatore, san Luigi Maria di Montfort (28 aprile 1716). Vissuto nell’Ovest della Francia, è stato un grande missionario popolare e un maestro spirituale che ancora oggi nella Chiesa esercita un grande influsso soprattutto per la sua spiritualità mariana.  “A Gesù per Maria” è il motto che ben riassume l’itinerario di santità che Montfort propone.

Considerata la provvidenziale coincidenza, nelle Giornate di Loreto i Missionari Monfortani hanno scelto di «tenere fisso lo sguardo sulla misericordia», come invita papa Francesco, contemplandola dalla prospettiva monfortana. In particolare:

  • Gesù, il “Volto della Misericordia” e Maria, “via” di misericordia, nell’esperienza spirituale di Montfort.
  • Montfort, misericordia fatta carne. Luoghi, scelte, gesti.
  • L’angolo delle testimonianze! Da ‘vedere’, nel film Marie Heurtin. Dal buio alla luce che ha per protagonista una suora delle Figlie della Sapienza, fondate da san Luigi Maria di Montfort, che si lascia commuovere da chi il mondo abbandona; e da ‘ascoltare’ nell’esperienza di Claudia Koll…

Cuore delle Giornate sarà il rinnovo della consacrazione a Gesù Cristo, Sapienza eterna ed incarnata, per le mani di Maria. Quest’anno la celebrazione inizierà sulla piazza con la memoria del sacramento del Battesimo e culminerà nella Basilica della Santa Casa, tra le mura dove è risuonato il “fiat” di Maria, nel cui grembo è stato tessuto Gesù, il volto della misericordia del Padre.

vedi programma

Chiusura del Trecentenario della morte di san Luigi de Montfort

Immagine1Aperto la domenica di Pentecoste 2015, il Trecentenario della morte di San Luigi Maria Grignion de Montfort, per l’intera Famiglia Monfortana si chiuderà l’11 settembre 2016 a Pont-Château, in Francia, nel monumentale scenario del Calvario. Ecco il programma della Giornata:

– ore 10,30: davanti alla Scala Santa,  messa solenne presieduta da Mons. Jean-Paul JAMES, vescovo della diocesi di Nantes

– ore 15,00: grande celebrazione: Rinnovare la gioia del battesimo

– ore 16.30: ‘mandato’ dei superiori generali della Famiglia Monfortana.

“Il Padre di Montfort: follia e sapienza”- Angers, 2-3 giugno 2016

2viewLa Famiglia Monfortana (Compagnia di Maria, Figlie della Sapienza e Fratelli di San Gabriele) desidera solennizzare il 300° della morte di san Luigi Maria de Montfort con un Colloquio sulla figura del Fondatore l’attualità del suo messaggio e del suo carisma missionario. L’organizzazione è stata affidata all’Université Catholique de l’Ouest di Angers, in Francia. È un colloquio di studio, ma anche di testimonianze e di confronto per riscoprire la ragione della fecondità di questa figura eccezionale che è stato uno degli autori spirituali prediletti di san Giovanni Paolo II e uno dei principali ispiratori della sua vita spirituale e apostolica.

L’OCCASIONE DEL COLLOQUIO: IL TRECENTENARIO

Il 28 aprile 1716 all’età di 43 anni si spegneva a Saint-Laurent-sur-Sèvre una delle più grandi figure missionarie di Francia, San Luigi Maria Grignion de Montfort. Egli sarà conosciuto per la sua azione missionaria nell’Ovest della Francia e per i suoi scritti spirituali, in particolare per il Trattato della Vera devozione a Maria. La celebrazione del 300° della morte è l’occasione per interrogarci sull’attualità dell’eredità monfortana in favore dell’annuncio del Vangelo oggi. Montfort si è sempre presentato come missionario. Quando voleva partire per le missioni all’estero, il papa gli ha ingiunto di fare del suo Paese la sua terra di missione. Per questo l’ha nominato missionario apostolico, raccomandandogli di stare sempre sottomesso ai vescovi locali. Montfort fu particolarmente attento a svolgere la sua azione missionaria nelle campagne, dove, ricordiamolo, non si esitava a “battezzare” le bestie malate, riducendo la fede a una superstizione e a una pratica magica in un’epoca in cui il clero, principale attore della missione, limitava la sua azione apostolica ai centri urbani. Ha desiderato quindi utilizzare un linguaggio missionario capace di raggiungere le popolazione illetterate, atrraverso una pedagogia delle ‘immagini’. Montfort ha saputo raggiungere le periferie del suo tempo e per questo è opportuno approfondire la sua esperienza e il suo metodo missionario. Riscoprire il contesto storico ed ecclesiale di Montfort e il suo stile missionario può aiutare a cogliere la sua attualità e enucleare alcuni tratti che potrebbero nutrire e ispirare i missionari di oggi Inoltre, si costata dopo il Concilio Vaticano II che numerosi nuovi movimenti ecclesiali hanno fatto loro, almeno parzialmente, l’eredità spirituale di Montfort. Non è raro trovare espliciti riferimenti a lui, in particolare attraverso la ripresa della preghiera chiamata “consacrazione a Gesù per Maria” che si trova nel suo Trattato della Vera devozione. Perché tanta entusiasmo per questa spiritualità? Che cosa rende attuale la visione monfortana del mistero della fede per l’oggi e ne giustifica l’appropriazione? La particolare rilevanza di Montfort e del suo insegnamento non può contribuire alla nuova evangelizzazione? Per rispondere a queste questioni il Colloquio svilupperà i seguenti assi tematici:

  • 1° asse: il suo radicamento teologico. Montfort ‘racconta’ la sua esperienza spirituale in termini di ricerca della sapienza «eterna ed incarnata». Quali sono le sorgenti bibliche e dogmatiche della sua spiritualità?
  • 2° asse: attualità e rinascita della sua visione teologica. Qual è la sua attualità dopo il Concilio Vaticano II? Perché raggiunge ancora oggi tante persone, in particolare con il Trattato della Vera devozione?
  • 3° asse: la missione monfortana. Qual è l’azione missionaria di Montfort? Perché ha fatto problema in alcuni ambienti? Come è stato un innovatore nel campo della collaborazione dei laici alla missione?
  • 4° asse: il linguaggio missionario. Montfort è conosciuto per la sua originalità nell’azione missionaria e per la sua preoccupazione per elaborare un linguaggio missionario accessibile al maggior numero di persone. Come l’ha incarnato nell’espressione liturgica o devozionale? Quale equilibrio manteneva tra il contenuto teologico e la dimensione affettiva? Quale dinamismo spirituale animava la sua predicazione, lui che aveva chiesto la grazia di «toccare i cuori»? Quali lezioni possiamo trarre mentre papa Francesco invita a rinnovare la predicazione popolare?

PROGRAMMA

Giovedì, 2 giugno 2016: La spiritualità monfortana e la sua attualità

Mattino: radicamento teologico dell’opera di Montfort

  • «Il Trattato della Vera Devozione, sintesi teologica», p. François-Marie Léthel ocd, professore di Teologia al Teresianum (Roma), membro dell’Accademia Pontificia di Teologia.
  • «La Sapienza e Montfort», p. Maurice Gilbert sj, professore emerito del Pontificio Istituto Biblico, Roma.
  • «Saggio di sintesi della spiritualità monfortana», p. Olivier Maire smm, Provinciale di Francia della Compagnia di Maria.

Pomeriggio: attualità dell’opera monfortana

  • «Le radici teologiche dell’opera di Montfort», p. Étienne Richer, professore associato, Facoltà di Teologia di Toulouse.
  • «Attualità teologica dell’opera di Montfort in prospettiva trinitaria ed ecclesiologica», mons. Piero Coda, professore di Teologia, Istituto Universitario Sophia, Loppiano, Firenze.
  • «L’attualità della spiritualità di Montfort nelle nuove comunità», p. Bernard Peyrous, Dottore in Lettere.
  • Testimonianze: Le Figlie della Sapienza (Monique Rohan); L’Œuvre de Marie (Florence Gilet).

Venerdì 3 giugno 2016: La missione monfortana e la sua attualità

Mattino: La missione monfortana, un modello?

  • «Luigi Maria de Montfort: il contesto ecclesiale della spiritualità apostolica», p. Battista Cortinovis, smm.
  • «Montfort missionario apostolico», p. Pier Nava, smm, professore, Facoltà pontificia di Scienze dell’Educazione «Auxilium», Roma.
  • «Il posto dei laici nella missione monfortana», Jean Baptiste Edart, professore associato, Facoltà di Teologia e Scienze Religiose, Université catholique de l’Ouest, Angers.

Pomeriggio: La pedagogia missionaria di Montfort

  • «I Cantici», Olivier Landron, Facoltà di Teologia e di Scienze Religiose, Université Catholique de l’Ouest, Angers.
  • «Processioni, liturgie mariane e devozione popolare», Frédérique Poulet, Facoltà di Teologia e Scienze Religiose, Université catholique de l’Ouest, Angers.
  • «Il rosario», p. Georges Madore, smm, Ph D. Montréal, Canada.
  • «Montfort e la nuova evangelizzazione», Paul Texier, Fratello di San Gabriele.

 

“Nei passi di Montfort: un percorso spirituale per trovare san Luigi Maria

Strumento di animazione 2015coverIl Consiglio Generale dei Missionari Monfortani in occasione del trecentenario della morte di Montfort propone ai confratelli e agli associati laici un percorso spirituale imperniato sulla figura di san Luigi Maria. L’itinerario, che si snoda attraverso 21 icone della vita del Santo, ha come titolo “Nei passi di Montfort”.

È un invito a visitare non tanto dei “luoghi geografici”, quanto piuttosto dei “luoghi spirituali” per trovarvi Montfort e lasciarsi trasformare dal contatto con lui.

scarica>>>Nei passi di Montfort