“O Madre ottienimi la vera Sapienza”

Banner_Loreto_2019

XVI Giornate di spiritualità mariana monfortana
Loreto, 13-15 settembre 2019

«O Maria, ottienimi la vera Sapienza”. È l’accorata, e insieme tenera, invocazione che il Santo di Montfort amava rivolgere alla Vergine Maria, Sede della Sapienza! Si porta dentro tutto il suo desiderio, quello che lo ha animato, lo ha appassionato durante tutta la sua vita, per il quale si è fatto mendicante di preghiera! Quel desiderio che lo faceva sospirare notte e giorno: «Quando possiederò questa amabile Sapienza? Quando verrà ad abitare presso di me? Quando sarò abbastanza adorno per servirle da rifugio, in un luogo in cui è ridotta sul lastrico e disprezzata» (Lettera 16).

L’edizione 2019 delle Giornate di spiritualità mariana monfortana ha scelto di approfondire la dimensione sapienziale della proposta spirituale di san Luigi di Montfort.

Tutto ha preso avvio da una domanda: “quale sapienza? quale via per fare centro nella vita?”. È la provocazione, sempre attuale, di san Luigi di Montfort: «A che serve all’arciere saper tirare la freccia accanto al bersaglio, se non sa tirarla proprio al centro? » (L’amore dell’Eterna Sapienza, 12). Già, a che ti serve tutta la tua scienza, se non sai colpire nel segno?

La risposta ha preso i tratti del volto di Gesù Cristo, la salvezza che ci viene incontro, che sempre per primo si muove alla ricerca dell’uomo, che tende la sua mano e afferra la nostra! Desiderare, cercare, trovare, conoscere e amare Gesù Cristo, Sapienza eterna ed incarnata, è fare centro nella vita.

Dove cercare, dove trovare, dove amare la Sapienza? Il Superiore Generale, nel suo messaggio ai partecipanti, ha detto: “La sapienza del mondo, rappresentata da tanti scienziati, politici, dottori, amministratori, anche da certi preti e vescovi, non riesce a trovare Gesù Cristo nella fede, nemmeno nelle persone che soffrono: negli anziani, negli ammalati, nei carcerati, negli immigrati, nei rifugiati; anzi rendono loro la vita difficile, più dura e amara. Chiudono loro le porte e non sentono la voce del loro grido. La nostra sincera preghiera che domanda la Sapienza eterna, Gesù Cristo, dovrebbe essere accompagnata dai gesti in favore dei piccoli e degli umiliati. È esattamente questo che Gesù Cristo e l’umanità sperano dai consacrati monfortani”.

È stato bello scoprire, in questo dinamismo, la presenza di Maria ! Guardare a lei che ha fatto centro nella vita, lasciando che la Sapienza guidasse la freccia della sua esistenza dritta sul bersaglio. Riconoscere  che Maria, prima di tutto, ci ottiene l’unico necessario, ossia il dono della vera Sapienza, Gesù! Di più: Maria, con la azione materna, conserva in noi Gesù, la vera Sapienza, e fa dimorare noi nella relazione con Lui!

Come sempre, le testimonianze e le storie di vita hanno dato carne alle parole ascoltate nelle catechesi. I momenti di preghiera sono stati il naturale approdo del desiderio di celebrare insieme l’amore di Gesù, Sapienza eterna ed incarnata. A Maria, che ottiene e conserva la vera Sapienza di Dio, i partecipanti alle Giornate hanno affidato tutto sé stessi, per appartenere a Gesù ed essere da Lui conquistati.

GALLERIA FOTOGRAFICA

Foglio di collegamento – 5/ottobre 2018

foglio_5

Foglio di collegamento – 5/ottobre 2018

Con Maria, discepoli di Gesù

Cop_Con Maria discepoli di GesuXV Giornate di spiritualità mariana – Loreto, 14-16 sett. 2018

«Rendimi un perfetto discepolo di Gesù Cristo tuo Figlio»: questa invocazione che san Luigi da Montfort rivolge alla Vergine Maria a chiusura dell’Atto di consacrazione, ha ispirato la scelta del tema delle Giornate 2018.
Ci porta al cuore della consacrazione monfortana! Maria non vuole dei devoti, ma discepoli amati del Figlio!
Cosa significa essere discepoli oggi? Quali gli ostacoli, le crisi, le sfide? Come vivere il discepolato di Gesù nel quotidiano sotto la guida di Maria e di Montfort? Sono alcuni interrogativi che risuoneranno nelle Giornate.
Si cercherà di rispondere scavando nella Parola di Dio, nel pensiero di san Luigi Maria e ascoltando alcune esperienze, in particolare la testimonianza su Chiara Corbella Petrillo, una discepola amata della Sapienza crocifissa.

scarica il programma

XIV Giornate di spiritualità mariana – “Dammi il tuo cuore”

bannerDal 15 al 17 settembre 2017, si è celebrata a Loreto la XIV edizione delle Gior­nate di spiritualità mariana monfortana. Ha visto la partecipazione di circa 350 perso­ne, provenienti da ogni parte d’Italia, in particolare laici che vivono la spiritualità del­la consacrazione a Gesù Cristo per le mani di Maria, insieme a numerosi missionari monfortani.

Queste Giornate 2017 hanno voluto mettere a fuoco una dimensione essenziale della spiritualità: quella della interiorità. Per questo è stato scelto come motto «Dammi il tuo cuore», parole attinte da alcuni scritti di san Luigi Maria de Montfort (cf VD 266 e AES 132), a sottolineare che anch’egli propone un cammino spirituale che vuole raggiungere il centro della persona.

La celebrazione eucaristica, presieduta da mons. Fabio Dal Cin, nuovo arcivescovo prelato di Loreto, ha aperto le Giornate che sono, poi, entrate nel vivo con le catechesi e i vari momenti celebrativi.

Gli interventi di don Luigi Maria Epicoco, di padre Corrado Maggioni, smm e padre Mario Belotti, smm e la testimonianza dell’attrice Beatrice Fazi sono state un invito a intraprendere cammini interiori verso l’autenticità della vita, nell’incontro e nel dono di se stessi a Cristo con Maria.

“Dammi il tuo cuore”: Maria lo ha detto a tutti i partecipanti alle Giornate; essi lo hanno sussurrato a Maria, rinnovando l’Atto di consacrazione. Nel cuore di Maria tutti hanno messo il loro cuore, affinché si conformi più facilmente al cuore “pasquale” di Cristo!

 

 

 

«DAMMI IL TUO CUORE». La vera devozione una “spiritualità del cuore”

Incontro_Dammi il tuo cuoreXIV Giornate di spiritualità mariana e monfortana – Loreto, 15-17 settembre 2017

Nel centenario delle apparizioni di Fatima, lo slogan delle Giornate è ispirato a un passo di san Luigi Maria de Montfort in “Vera Devozione” 266: «Ti prendo per mio tutto. Dammi il tuo cuore, o Maria».

L’idea-guida delle Giornate è di sottolineare come la vera devozione a Maria sia una spiritualità del “cuore”, evidenziando la dimensione dell’interiorità.

I Missionari Monfortani rivolgono l’invito a vivere le Giornate di spiritualità, che ormai da tanti anni vengono organizzate all’ombra del santuario della Santa Casa, a quanti hanno scelto san Luigi Maria di Montfort come maestro spirituale e a coloro che desiderano conoscerlo e incamminarsi sulla “via mariana” verso la santità da lui tracciata.

 >>>scarica il programma

Giornate di Loreto: un’esperienza di ricarica spirituale

30consacrazione

In basilica

Quest’anno al convegno di Loreto eravamo 450 partecipanti. Ci stupisce vedere come san Luigi M. Grignion da Montfort sia stato lasciato nell’oscurità per tanto tempo ed è invece attualissimo, anzi la sua spiritualità si proietta nel futuro della Chiesa.

Le Giornate hanno avuto un sapore particolare per la coincidenza provvidenziale dell’Anno della Misericordia con i 300 anni della morte del Montfort. Quindi il convegno ha tenuto fisso lo sguardo, come invita papa Francesco, sulla misericordia, contemplandola dalla prospettiva monfortana.

Questi giorni di spiritualità sono stati per me un’esperienza di ricarica spirituale. Ero veramente in uno stato di aridità e di poco zelo; ci volevano proprio questi tre giorni per uscirne! Ho sentito tanto, tanti fatti e gesti di misericordia della vita del Montfort che mi erano sconosciuti.Si sono succeduti vari relatorie ognuno mi ha dato qualcosa, spunti di riflessione, chiarimenti.

Il rinnovo della consacrazione è avvenuto il sabato sera in Basilica. È stato molto toccante entrare nella Santa Casa con il flambeau acceso, pregando, cantando, e baciare il libro dei Vangeli, pronunciando il “Fiat” con Maria…

Altro momento importante è stato il passaggio della Porta Santa del Giubileo della Misericordia. Non era in programma, allora lo abbiamo fatto Lorena ed io ed è stato commovente. Poi Annalisa lo ha proposto a tutto il gruppo e così abbiamo percorso ancora tutto l’itinerario, vivendo un momento di vera comunione.

Verità e Carità sono le due parole che hanno condotto alla conversione Claudia Koll. È lei che l’ultimo giorno ha fatto la sua testimonianza con molta semplicità e dolcezza. È stato interessante vedere come la sua conversione, dono della Misericordia di Dio, l’abbia poi aperta alla carità e all’impegno nella onlus che si occupa dei più poveri, soprattutto in Africa. Diceva che la Vergine Maria l’ha aiutata a capire cosa doveva cambiare nella sua vita, gli aspetti che doveva modificare per fare un passo in avanti. Non è stato facile – diceva -, le tentazioni erano forti, ma non temeva perchè si sentiva tra Gesù e Maria.

Le celebrazioni eucaristiche quotidiane, l’adorazione hanno dato il senso primo alle nostre giornate di spiritualità che si sono concluse con l’Eucaristia presieduta dal Superiore Generale dei Missionari monfortani, attorniato da numerosi confratelli.

Abbiamo mantenuto anche nel viaggio di ritorno un clima di preghiera e ioia, con momenti di condivisione.

Maria Teresa Soccol – Gruppo Monfortano Duocesano Belluno

Montfort, testimone “mariano” di misericordia – XIII Giornate di spiritualità. Loreto, 16-18 settembre 2016

MANIFESTO LORETO

I Missionari Monfortani della Provincia d’Italia propongono un weekend di spiritualità mariana, a Loreto, nei giorni 16-18 settembre 2016.

L’appuntamento, che giunge alla XIII edizione, cade nell’Anno della Misericordia e a conclusione del terzo centenario della morte del Fondatore, san Luigi Maria di Montfort (28 aprile 1716). Vissuto nell’Ovest della Francia, è stato un grande missionario popolare e un maestro spirituale che ancora oggi nella Chiesa esercita un grande influsso soprattutto per la sua spiritualità mariana.  “A Gesù per Maria” è il motto che ben riassume l’itinerario di santità che Montfort propone.

Considerata la provvidenziale coincidenza, nelle Giornate di Loreto i Missionari Monfortani hanno scelto di «tenere fisso lo sguardo sulla misericordia», come invita papa Francesco, contemplandola dalla prospettiva monfortana. In particolare:

  • Gesù, il “Volto della Misericordia” e Maria, “via” di misericordia, nell’esperienza spirituale di Montfort.
  • Montfort, misericordia fatta carne. Luoghi, scelte, gesti.
  • L’angolo delle testimonianze! Da ‘vedere’, nel film Marie Heurtin. Dal buio alla luce che ha per protagonista una suora delle Figlie della Sapienza, fondate da san Luigi Maria di Montfort, che si lascia commuovere da chi il mondo abbandona; e da ‘ascoltare’ nell’esperienza di Claudia Koll…

Cuore delle Giornate sarà il rinnovo della consacrazione a Gesù Cristo, Sapienza eterna ed incarnata, per le mani di Maria. Quest’anno la celebrazione inizierà sulla piazza con la memoria del sacramento del Battesimo e culminerà nella Basilica della Santa Casa, tra le mura dove è risuonato il “fiat” di Maria, nel cui grembo è stato tessuto Gesù, il volto della misericordia del Padre.

vedi programma