Presi per mano da Gesù e Maria … per rinascere…

20consacrazioneBorgo San Siro (Pavia) … domenica 28 giugno 2015, nella chiesa parrocchiale 130 persone, con loro il parroco don Paolo, dopo il cammino di preparazione animato da padre Giovanni Personeni, monfortano, con l’Associazione Maria Regina dei Cuori di Trinitapoli (Bat), si sono consacrate a Gesù per le mani di Maria con la formula di Luigi da Montfort. È stato un lievo tocco del lembo del mantello di Gesù … un lasciarsi prendere per mano da Lui … dando la mano a Maria … e rinascere dall’alto …

 

«Crea sacerdoti tutto fuoco» (Montfort)

missionari tutto fuocoDopo l’ordinazione sacerdotale di p. Kristijan Zlender, avvenuta il 6 giugno scorso a Gorle (Bg), la Provincia d’Italia dei missionari monfortani, in particolare la comunità di Zagabria, si appresta a vivere un altro momento di grazia! Infatti sabato 27 giugno, alle ore 10.00, nella concattedrale di San Pietro a Spalato (Croazia) i diaconi Miro Ravlic, Nikola Tandara e Zrinko Petar Nikolic, saranno consacrati presbiteri. Inoltre, sempre sabato 27 giugno, alle ore 18.30, anche il diacono Antonino Pensabene, nella chiesa parrocchiale di Santo Stefano di Nicea in Archi di Reggio Calabria, sarà ordinato presbitero. A Nino. Miro, Nikola, Zrinko e assicuriamo la nostra preghiera perchè il fuoco dello Spirito li renda preti “incendiari” come Montfort!

vedi profili

Il piccolo seme è cresciuto! La festa dei consacrati di Puglia!

AssembleaMagnificat … Magnificat!
È l’inno di gioia che scaturisce dai nostri cuori a conclusione del 9° convegno regionale dei gruppi mariani monfortani di Puglia. Si è tenuto a Trani, presso la parrocchia dello Spirito Santo, domenica 14 giugno 2015 e ha avuto per tema: “Il saluto angelico che ha salvato il mondo. il Rosario via per la consacrazione”. Ha visto la partecipazione di più di 430 laici consacrati a Maria provenienti dalle parrocchiedi di Gemini (Le), Monopoli, Matera, Gravina, Altamura, Varoni (Bn), Acquaviva delle Fonti, Grumo Appula, Santeramo, Triggiano, Trinitapoli, Margherita, san Ferdinando, Foggia, Trani, Pescara. Tutti hanno voluto dare testimonianza del lavoro spirituale fatto alla scuola di Montfort con la lettura del Trattato della Vera Devozione, guidati da Padre Giovanni Maria Personeni e dai laici dell’Associazione Maria Regina dei Cuori, Centro Regionale di Trinitapoli.
La giornata di spiritualità è stata arricchita dalla presenza di p. Alfio Mandelli, smm che con la sua relazione ha messo in luce la straordinaria ricchezza contenuta nel Saluto Angelico: l Regno di Dio, l’immenso…racchiuso in un piccolo grano. E anche la sua forza: come dice San Luigi Maria di Montfort, per la la presenza della Vergine che prega con noi e in noi, il Saluto Angelico è tanto potente da «attirare il regno di Dio, la Sapienza Eterna, dentro di noi» (AES 193).
Padre Luciano Nembrini, smm nel suo intervento ha voluto offrire qualche spunto di ririflessione per aiutarci a capire il modo in cui la preghiera del Rosario contribuisce a formare Cristo in noi, favorendo la nostra crescita fino al raggiungimento della perfezione a cui siamo chiamati.
Appuntamento per tutti alle prossime giornate di Loreto 18 -20 settembre 2015.

catechesi: L’Immenso … in un piccolo grano. Il Saluto angelico che ha salvato il mondo (p. A. Mandelli)                            catechesi: Il Rosario: respiro e anima della vita.La preghiera che plasma Cristo in noi (p. L. Nembrini)

Aperto il 300° della morte di Montfort, icona sempre più luminosa del presente

Diversi appuntamenti hanno scandito l’inizio per l’Italia del 300° della morte di Montfort. In particolare:

 Venerdì 12 giugno 2015. Alle ore 21 nella chiesa san Luigi Maria di Montfort a Roma-Monte Mario, si è tenuto un momento di preghiera, presieduto dal superiore provinciale, p. Angelo Epis. Sono presenti il superiore generale, p. Santino Brembilla con i confratelli del Consiglio, la superiora provinciale delle Figlie della Sapienza e alcune consorelle, i superiori e responsabili delle comunità monfortane d’Italia e Croazia, convenuti a Roma per la loro annuale Assemblea, i confratelli delle comunità romane, religiose degli Istituti presenti sul territorio della parrocchia, laici della parrocchia e consacrati monfortani. La lode comune, l’ascolto della Parola e la supplica hanno sollecitato il cuore ad accogliere Montfort quale “maestro e testimone” della perfetta donazione a Gesù Cristo per le mani di Maria e a seguire il suo stesso cammino spirituale. Dopo la preghiera ci si è ritrovati nel salone parrocchiale per un momento fraterno.

Messa1 - CopiaSabato, 13 giugno 2015. Alle ore 10.30, nella chiesa romana di san Luigi dei Francesi, il cardinale Angelo Amato, prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, ha inaugurato la ricorrenza del 300° in Italia.
La solenne celebrazione eucaristica in onore di san Luigi Maria di Montfort ha visto riunita per un comune e gioioso rendimento di grazie, l’intera Famiglia monfortana. Sono presenti il superiore generale dei missionari monfortani e i consiglieri, la superiora generale delle Figlie della Sapienza con le consigliere, il vicario generale e alcuni Fratelli di san Gabriele, il superiore provinciale con il Consiglio e confratelli delle comunità monfortane d’Italia, la superiora provinciale e consorelle delle Figlie della Sapienza, le Missionarie di Maria. Inoltre laici che vivono la spiritualità monfortana, in particolare membri dell’Associazione Maria Regina dei Cuori di Trinitapoli (Bat), di Consecratio Mundi, dei gruppi di Bologna e di Roma, degli Amici della Sapienza. Ancora sacerdoti di altri Istituti religiosi ed esponenti di alcuni movimenti ecclesiali che respirano la spiritualità monfortana, in particolare la Fraternità Regina dei Cuori (suore capoverdiane), i Focolarini e la Legio Mariae.
Il cardinale Angelo Amato nella sua omelia ha richiamato il senso della celebrazione: ricordare con affetto e gratitudine un santo che non è una figura sbiadita del passato, ma icona sempre più luminosa del presente, per vivere in consonanza con i palpiti del suo cuore. Ripercorrendo la vita del Fondatore, ha sottolineato il dinamismo e la poliedricità della sua figura di sacerdote. Rispondendo alla domanda “cosa ci lascia, a distanza di tre secoli, la testimonianza del Montfort”, ha indicato sei messaggi che il Santo affida alla Famiglia monfortana: farsi pellegrini evangelici per conquistare a Cristo chi ha dimenticato il tesoro del battesimo; uscire verso le “periferie” incontro ai poveri e ai bisognosi di ogni genere; essere testimoni convinti e convincenti di vita cristiana; lasciarsi sostenere da una grande fede nella Provvidenza divina, radicarsi in uno spirito di adorazione profonda della presenza eucaristica di Gesù Crocifisso e Risorto; coltivare un’intensa devozione a Maria. Il cardinale Amato ha concluso la sua omelia con queste parole: «il terzo centenario della morte di San Luigi Maria da Montfort serve a ricordarci il valore sommo della santità come linfa salutare che nutre la vera storia dell’umanità».
La celebrazione, animata dal coro In canto Vivo della parrocchia di Monte Mario, è stata introdotta dal saluto della superiora provinciale delle Figlie della Sapienza e si è chiusa con le parole di ringraziamento del superiore provinciale dei missionari monfortani. Al termine, nella cornice del chiostro della casa dove Montfort ha soggiornato in occasione della sua visita a Roma nel giugno del 1706, i presenti si sono intrattenuti fraternamente.

 Domenica, 14 giugno 2015. La parrocchia San Luigi Maria di Montfort di Roma-Monte Mario, che con grande disponibilità si è prestata ad animare gli appuntamenti precedenti, ha voluto vivere un momento tutto suo per celebrare l’inizio del 300°. Lo ha fatto in una messa solenne, presieduta dal superiore generale, padre Santino Brembilla.

A Gesù per Maria: il 300° di Montfort annunciato su L’Osservatore Romano (14 giugno 2015)

Montfort olanda1 - CopiaQUO_2015_133_14067 copia - Copia

I cuori di Gesù e Maria bisogna amare…

205px-Héraldique_meuble_Coeur_vendéen.svgIo adoro solo te, Cuore del mio Dio, Cuore glorioso, ma, nell’adorarti, io onoro il Cuore della Regina dei Cieli.

Cristiano, per mezzo del Cuore di Maria si ama il Cuore di Gesù, perché Gesù ha preso la vita nel suo Cuore e nelle sue virtù.

Dal sangue del suo cuore infiammato il Cuore di Gesù è formato, non hanno che un cuore, non hanno che un’anima. L’uno e l’altra bisogna amare.

Montfort

«Totus tuus»: il nostro “eccomi” intrecciato con quello di Gesù e Maria!

 Roma, 6 giugno 2015, parrocchia San Tommaso apostolo, a Roma-Infernetto! Al termine del cammino di catechesi, alla scuola di Montfort, iniziato nel dicembre 2014, 38 amici e amiche, nella chiesa Santa Maria dei Pellegrini, si sono consacrati a Gesù Cristo per le mani di Maria. Tra loro il parroco don Antonio e le suore che prestano servizio in parrocchia. Nella stessa celebrazione altri presenti hanno rinnovato la loro consacrazione.

 La ricorrenza della solennità del Corpus Domini ha illuminato il senso delle parole pronunciate con la bocca dopo la comunione eucaristica: lasciarsi trasformare dal dono del Signore per divenire Lui e assumere la “forma” della sua esistenza che è la “forma” dell’amore! Maria ha dato il Corpo e il Sangue a Gesù… Maria lo depone ancora oggi nel nostro cuore di consacrati perchè viviamo di Lui, viviamo con Lui, viviamo per Lui e facciamo vivere Gesù negli altri!

 Un grazie di cuore a tutti! A chi ha promosso l’itinerario, a don Antonio per la disponibilità, a ciascuno in particolare, per la perseveranza nel seguire il cammino proposto e per  la bella testimonianza di fede!

«Gloria a Gesù in Maria.                                                        Gloria a Maria in Gesù.                                                                                                                                        Gloria a Dio solo» (Montfort).

p. alfio smm